Borderline Personality Disorder Italia

National Education Alliance

per il Disturbo Borderline di Personalità

Una risorsa per le famiglie

e per i professionisti del settore

Conoscenza, comprensione, compassione

per non restare soli

22910total visits,21visits today

Chi siamo

NEA.BPD è un’organizzazione nata negli Stati Uniti a supporto delle famiglie delle persone che hanno una diagnosi di DBP (Disturbo Borderline di personalità).
Ad oggi è presente in molte parti del mondo, e finalmente anche in Italia, e rappresenta una grande comunità di persone ed informazioni.
NEA.BPD Italy, la cui presidente è la Dott.ssa Maria Elena Ridolfi, è attiva su territorio nazionale ed internazionale attraverso la partecipazione ed organizzazione di convegni e l'attivazione di gruppi per familiari in diverse città italiane.

Il DBP è un disturbo di personalità che crea una grande sofferenza sia nelle persone affette che nelle persone a loro vicine.

Esso si manifesta nella maggior parte dei casi in adolescenza ed ha come fulcro centrale una grande difficoltà nel gestire le proprie emozioni in modo efficace.

Il disturbo spesso interessa il contesto relazionale e può coinvolgere una o più relazioni.

Molte persone con DBP hanno un buon funzionamento in vari campi che si contrappone però a vite private difficili e instabili, spesso a causa di problemi nel regolare le emozioni, i pensieri, l’impulsività ed a causa della messa in atto di comportamenti imprudenti e pericolosi.

Il DBP può presentarsi insieme ad altri disturbi come: depressione, ansia, problemi di alimentazione e abuso di sostanze.

Il DBP è stato ufficialmente riconosciuto dalla comunità psichiatrica nel 1980 e questo ha determinato un ritardo di circa vent’anni nella ricerca, nei trattamenti e nella psicoeducazione familiare se confrontato con altri disturbi psichiatrici.

Il disturbo causa da sempre a chi ne soffre ed alle loro famiglie evidenti stigmatizzazioni. Negli ultimi vent’anni però, è stato possibile ridare speranza a tutti coloro che ne sono coinvolti grazie alla scoperta di trattamenti che si basano su evidenze e prove di efficacia.

Si è visto infatti che, grazie a trattamenti adeguati, circa l’ 80% di coloro che soffrono di DBP, vanno incontro ad una significativa riduzione dei sintomi.

Il DBP colpisce il 5,9% degli adulti (circa 14 milioni di americani) in qualche momento della vita.

Il DBP colpisce il 50% in più dell’Alzheimer e con la stessa percentuale di schizofrenia e Disturbo bipolare insieme.

Il DBP colpisce circa il 20% dei pazienti che sono ricoverati in strutture psichiatriche e di quelli che arrivano negli ambulatori.

Non dovete affrontare da soli questo cammino….
C’è speranza!

22910total visits,21visits today

Informazioni sull'Associazione e sul disturbo

Il DBP in breve

Qualche informazione sul disturbo

Info
Documenti e studi da tutto il mondo

Il BDP in adolescenza

Info

22910total visits,21visits today

Per le famiglie

Quando una persona è affetta dal Disturbo Borderline di Personalità, tutta la famiglia e tutti coloro che tengono a lei soffrono molto.
Il DBP causa infatti una serie di relazioni intense e turbolente con la famiglia, gli amici ed i colleghi di lavoro poiché si caratterizza per una continua oscillazione tra sentimenti di intenso amore (idealizzazione) e disprezzo e rabbia (svalutazione).
Umore instabile, comportamenti rischiosi e suicidari, rabbia, ansia e relazioni complicate sono spesso parte integrante della vita di chi è affetto da DBP e quindi anche delle loro famiglie e dei loro amici che si sentono come “in balia delle montagne russe”.

22910total visits,21visits today

Il programma Family Connections Tm

Per i motivi di cui sopra un team di esperti americani, che afferiscono alla NEA.BPD (National Education Alliance for Borderline Personality Disorder), ha sviluppato un protocollo di 12 incontri con lo scopo di fornire ai familiari delle competenze utili al loro benessere e alla comprensione dei comportamenti del loro caro., Il programma Family Connections è un corso gratuito per genitori di persone con difficoltà a gestire le proprie emozioni. L’obiettivo principale del protocollo di Family Connections è aiutare ciascun familiare a raggiungere un proprio equilibrio interiore, in modo da non avere più la vita sopraffatta e controllata dai sintomi e dai comportamenti del DBP. Non è egoismo! Proprio come sugli aerei, il corso aiuta a capire come indossare la maschera per l’ossigeno prima di aiutare gli altri! Il carico sulla famiglia di una persona affetta da disturbo borderline di personalità è infatti notevole ed il familiare, inevitabilmente sormontato dallo stress e dal senso d’impotenza, rischia di non riuscire ad aiutare il proprio figlio in modo adeguato e di colludere con i suoi comportamenti disfunzionali.
Anche NEA.BPD Italy offre gruppi gratuiti di Family Connections in diverse città italiane e spera di attivarne sempre di più!
IMPORTANTE! Vogliamo ricordare che gli incontri Family Connections sono sempre GRATUITI, i conduttori sono tutti volontari, in caso di richieste di pagamento vi preghiamo di contattarci subito.

Linee Guida per i Familiari

Alcune prime informazioni di base per i familiari

Leggi le linee guida
Partecipa agli incontri Family Connections

Da oggi, anche in Italia, puoi partecipare agli incontri Family Connection. Un importante supporto per familiari ed amici di persone affette dal disturbo.

Leggi di più

22910total visits,21visits today

President Blog

In questa sezione ci saranno interventi della Presidente Dott.ssa Maria Elena Ridolfi

e le ultime notizie dall’Italia e dal mondo

 

Il 29 ottobre 2018 inizia il nuovo corso Family Connections a Reggio Emilia. Il corso è già al completo, ma a febbraio ne partirà un altro e sono aperte le iscrizioni per questa nuova data. Potete chiedere contatti ed informazioni alla nostra e-mail.

Sono aperte le iscrizioni al nuovo corso Family Connections di Brescia. Il corso partirà tra fine settembre ed i primi di ottobre, come sempre potete chiedere le informazioni alla nostra e-mail familyconnections@borderline-italia.it

Quest’anno a Roma i corsi Family Connections saranno due e partiranno in ottobre, sono aperte le iscrizioni, potete scrivere alla nostra e-mail familyconnections@borderline-italia.it

 

Ultime notizie sui gruppi Family Connections: a gennaio 2018 inizierà un corso a Villa San Benedetto Menni – Albese con Cassano (CO), le iscrizioni sono già aperte, per informazioni scrivete a familyconnections@borderline-italia.it


Siamo felici, grazie ad un accordo di collaborazione reciproca, di poter pubblicare un interessante video prodotto dall’associazione americana Emotions Matter e sottotitolato in italiano.


Ieri a Toronto centinaia di persone hanno partecipato alla marcia per aumentare la consapevolezza Borderline.
Organizzata da Sashbear foundation, associazione canadese no-profit fondata dai nostri meravigliosi amici Lynn e Mike, dopo aver perso nel 2011 la figlia Sasha di soli 20 anni.
Tra i grandi sforzi di Sashbear anche quello di condurre gruppi e training FC in tutto il Canada.
Great job Lynn and Mike!!!
Love from NEABPD Italy

sashbear walk

https://t.co/uJQJA0JHla

Oggi a Bologna un grande evento: training DBT II livello con il grande Charles Swenson, uno dei massimi esperti DBT mondiali ed uno degli ideatori del DBT Family Skills Training, definito da Marsha Lineahn ” Il Maestro dei Maestri”!
Charlie è anche attivamente coinvolto (a titolo completamente gratuito, come tutti noi) in molte iniziative di NEABPD.
Al training hanno partecipato clinici provenienti da ogni parte d’Italia. Il loro impegno aumenta le possibilità di ricevere trattamenti Evidence-Based per il Disturbo Borderline di Personalità nel nostro paese: grazie di cuore!!!

 

La Professoressa Marsha Linhean, ideatrice della Terapia Dialettico Comportamentale (DBT) ha vinto il prestigioso premio Grawemeyer. La DBT è stato il primo trattamento evidence-based per il Disturbo Borderline di Personalità e a tutt’oggi è quello che ha più prove di efficacia. Le sue applicazioni includono anche i disturbi del Comportamento Alimentare, il Disturbo da uso di sostanze e gli adolescenti con comportamenti parasuicidari. Nel 2011, Marsha Linhean è uscita pubblicamente con un articolo in cui racconta di avere sofferto in età giovanile di problemi simili a quelli riscontrati in persone affette da Disturbo Borderline di Personalità.

marsha-linehan-2014-jpg

Un interessante video sull’empatia e la compassione

 

22910total visits,21visits today

Contatti

Presidente NEA.BPD Italy
Maria Elena Ridolfi - presidenza@borderline-italia.it

Per avere informazioni sui gruppi di Family Connection in Italia, prossime date e città in cui si svolgono, vi preghiamo di compilare il modulo qui di seguito.

captcha


Dove siamo

Attualmente ci sono incontri di gruppi Family Connection nelle città di Fano, Genova, Roma, Brescia, Bologna e Firenze. Nella mappa in colore verde trovate la nuova sede di gruppi Family Connections cioè Albese con Cassano (CO).
Si aggiungeranno presto altre città: rimanete in contatto per aggiornamenti. Se volete partecipare agli incontri o conoscere i calendari delle varie città compilate il modulo che trovate sul sito.

22910total visits,21visits today